Sura LXXV
Al-Qiyâma
(La Resurrezione) 
Pre-Eg. N° 31 . Di 40 versetti
Il nome della sura deriva dal versetto 1.
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

1. Lo giuro per il Giorno della Resurrezione,

2. lo giuro per l'anima in preda al rimorso.

3. Crede forse l'uomo che mai riuniremo le sue ossa?

4. Invece sì, possiamo persino riordinare le sue falangi.

5. Ma l'uomo preferisce piuttosto il libertinaggio!

6. Chiede: “Quando verrà il Giorno della Resurrezione?”.

7. Quando sarà abbagliato lo sguardo,

8. ed eclissata la luna,

9. e riuniti il sole e la luna.

10. In quel Giorno l'uomo dirà: “Dove fuggire?”.

11. No, non avrà rifugio alcuno.

12. In quel Giorno il ritorno sarà presso il tuo Signore.

13. In quel Giorno l'uomo sarà edotto di quel che avrà commesso.

14. Sì, l'uomo testimonierà contro se stesso,

15. pur avanzando le sue scuse.

16. Non agitare la tua lingua con esso, per affrettarti*: 

*[Nei primi tempi della Rivelazione il Profeta (pace e benedizioni su di lui) era colto dalla grande preoccupazione di non riuscire a ricordare quello che Gabriele (pace su di lui) gli trasmetteva e, pertanto si affrettava a recitare quello che aveva ricevuto, perdendo la concentrazione su quello che ancora stava per essere rivelato.]

17. invero spetta a Noi la sua riunione e la sua recitazione.

18. Quando lo recitiamo, ascolta [attento] la recitazione.

19. Poi spetterà a Noi la sua spiegazione.

20. No, voi amate l'effimero [della vita terrena],

21. e trascurate l'altra vita.

22. In quel Giorno ci saranno dei volti splendenti,

23. che guarderanno il loro Signore;

24. e in quel Giorno ci saranno volti rabbuiati,

25. al pensiero di subire un castigo terribile.

26. No, quando [l'anima] sarà giunta alle clavicole,

27. sarà gridato: “Chi è esorcista?”.

28. Ed egli concluderà che è prossima la dipartita,

29. e le gambe si irrigidiranno;

30. in quel Giorno il ritorno sarà verso il tuo Signore.

31. Ma egli non credette e non eseguì l'orazione,

32. tacciò invece di menzogna e voltò le spalle,

33. ritornando poi verso la sua gente, camminando con alterigia.

34. Guai a te, guai,

35. e ancora guai a te, guai!

36. Crede forse l'uomo che sarà lasciato libero?

37. Già non fu che una goccia di sperma eiaculata,

38. quindi un'aderenza, poi [Allah] lo creò e gli diede forma armoniosa;

39. poi ne trasse una coppia, il maschio e la femmina.

40. Colui [che ha fatto tutto questo] non sarebbe dunque capace di far risorgere i morti?


ritorna all'indice