Sura LXXXIV
Al-Inshiqâq
(La Fenditura) 
Pre-Eg. N°83 Di 25 versetti
Il nome della sura deriva dal versetto 1.
In nome di Allah, il Compassionevole, il Misericordioso.

1. Quando si fenderà il cielo

2. e obbedirà al suo Signore e quel che deve fare farà;

3. quando la terra sarà spianata,

4. rigetterà quello che ha in seno e si svuoterà*

*[Si svuoterà dei morti che sono dentro di essa (vedi XCIX, 2)]

5. e obbedirà al suo Signore e quel che deve fare farà,

6. o uomo che aneli al tuo Signore, tu Lo incontrerai.

7. Quanto a colui che riceverà il suo libro nella mano destra,

8. gli verrà chiesto conto con indulgenza,

9. e lietamente ritornerà ai suoi.

10. Quanto a colui che riceverà il suo libro da dietro le spalle,

11. invocherà l'annientamento,

12. e brucerà nella Fiamma!

13. Si rallegrava in mezzo ai suoi,

14. e pensava che mai sarebbe ritornato [ad Allah].

15. Invece sì, in verità il suo Signore lo osservava.

16. Lo giuro per il crepuscolo,

17. per la notte e per quello che essa avvolge,

18. per la luna quando si fa piena:

19. invero passerete attraverso fasi successive.

20. Cos' hanno dunque, che non credono

21. e non si prosternano quando si recita loro il Corano?

22. I miscredenti invece tacciano di menzogna.

23. Ma Allah ben conosce quel che celano.

24. Annuncia loro un doloroso castigo,

25. eccetto che per coloro che credono e compiono il bene: essi avranno ricompensa inesauribile.

 

ritorna all'indice